Blog: http://tgweb.ilcannocchiale.it

Chi vuol essere milionario? Silvio compra tutto e tutti!!

Chi vuol essere milionario

di Marco Travaglio


Foto di reptile_house da flickr.comIl supermarket dei senatori che ha innescato l’ennesima accusa di corruzione a Silvio Berlusconi s’inserisce perfettamente nella nuova stagione politica delle “larghe intese”, ultimo approdo della  commedia all’italiana, a cura di Castellano & Pipolo. Titolo: “Ok il prezzo è giusto” o “Chi vuol esser milionario”. Personaggi e interpreti, in ordine di apparizione.

Berlusconi Silvio, il capocomico
Un tempo si comprava Craxi e quello gli faceva due decreti salva-tv più la legge Mammì. Si comprava il giudice Metta e quello gli regalava la Mondadori. I suoi manager si compravano la Guardia di Finanza (a sua insaputa, s’intende) e quella chiudeva un occhio, anzi due sui bilanci del gruppo. E si compravano pure l’avvocato inglese David Mills (senza dirgli nulla, si capisce) perché testimoniasse il falso nei processi a suo carico. Il grande venditore era anche un formidabile compratore: mostrava il libretto degli assegni, diceva “scriva lei la cifra”, e di solito funzionava.

Ora, per dire com’è ridotto, telefona ad Agostino Saccà perché “sollevi il morale del Capo” sistemandogli certe “attrici” (ieri l’ometto le ha definite “artiste discriminate perché non di sinistra”, insomma ideologhe anticomuniste, un po’ come quelle che sedevano sulle sue ginocchia nel parco di Villa Certosa). Una, fra l’altro (“la Evelina”) sarebbe amica di un senatore dell’Unione “che mi può essere utile per far cadere il governo Prodi”...
>>continua>> ....Randazzo Nino, l’antagonista
Nick Scavi, il buttadentro - Saccà Agostino, la spalla -  De Gregorio Sergio, il servo furbo
Fuda Pietro, servitor di due padroni - Bertinotti Fausto, il palo - Partito democratico, miglior attore non protagonista

Pubblicato il 15/12/2007 alle 13.38 nella rubrica Articoli di Marco Travaglio.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web